Controlli impianti termici 2016 in Provincia di Siena

Per effetto del processo di riordino delle funzioni e delle competenze delle Province e delle Regioni a statuto ordinario a seguito della Legge 7 aprile 2014 n. 56 (la c.d. Legge Delrio) e, in attuazione della medesima, della successiva Legge regionale toscana 3 marzo 2015 n. 22, dal primo luglio 2016 la Regione Toscana esercita le funzioni di controllo sugli impianti termici civili (secondo quanto stabilito dal D.lgs. 192/2005, dal D.P.R. 74/2013 e dal Regolamento regionale D.P.G.R. 3 marzo 2015 n. 25/R) precedentemente svolte dalla Provincia di Siena nei Comuni senesi sotto elencati:

Abbadia S.S., Asciano, Buonconvento, Casole d’Elsa, Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Castiglione d’Orcia, Cetona, Chianciano Terme, Chiusdino, Chiusi, Colle Val d’Elsa, Gaiole in Chianti, Montalcino, Montepulciano, Monteriggioni, Monteroni d’Arbia, Monticiano, Murlo, Piancastagnaio, Pienza, Poggibonsi, Radda in Chianti, Radicofani, Radicondoli, Rapolano Terme, San Casciano Bagni, San Gimignano, San Giovanni d’Asso, San Quirico d’Orcia, Sarteano, Sinalunga, Sovicille, Torrita di Siena e Trequanda.

Il Comune di Siena mantiene la titolarità della competenza per i controlli degli impianti termici civili installati nel proprio territorio e la esercita con le modalità previste dal Disciplinare comunale approvato con Delibera di Giunta comunale n. 20 del 28.01.2016.

Nei restanti comuni senesi, sebbene sia avvenuto il passaggio di competenze tra la Provincia e la Regione, sino al 31.12.2016 varranno le previsioni del Disciplinare per le attività di esercizio, controllo, manutenzione e per lo svolgimento delle attività di accertamento ed ispezione degli impianti termici, approvato dalla Provincia di Siena con il Decreto Deliberativo del Presidente n. 23 del 16.02.2016.

Entrambi gli Enti hanno affidato ad Apea le attività di gestione del catasto provinciale e comunale con le connesse attività di accertamento ed ispezione sugli impianti termici.

Apea, in particolare, in nome e per conto del Comune di Siena e della Regione Toscana, si occupa dell'acquisizione e del controllo dei Rapporti di efficienza energetica che il responsabile di impianto deve far predisporre e rilasciare periodicamente dal proprio manutentore, nonché delle ispezioni a campione e di quelle a pagamento.

Chi è obbligato
Si ricorda che il responsabile dell'impianto può essere:

  • il proprietario, in caso di singole unità immobiliari non locate;
  • l'occupante dell'unità immobiliare, in caso di singole unità immobiliari locate;
  • l'amministratore, in caso di edifici dotati di impianti centralizzati amministrati in condominio;
  • il terzo responsabile (tecnico correttamente delegato), nominato secondo l'art. 6 del DPR 74/2013.
Come rispettare l'obbligo
Il responsabile dell'impianto deve incaricare un manutentore, abilitato dal D.M. 37/2008:
  • di predisporre, operando i relativi controlli, il Rapporto di efficienza energetica (RCCE) secondo le scadenze indicate nella successiva Tabella A;
  • di pagare alla Regione o al Comune di Siena, a seconda dell’ubicazione dell’impianto termico, in occasione della compilazione del Rapporto di eff. energetica (RCCE), il contributo previsto per ogni tipo di impianto: vedi gli importi nella successiva Tabella B;
  • di inviare ad APEA Srl, copia del RCCE con la ricevuta di pagamento del contributo entro 30 giorni dalla firma dello stesso RCCE.
TABELLA A - Ogni quanto va predisposto il Rapporto di Efficienza Energetica
Tipologia impianto Alimentazione Potenza[1] in kW Anno civile entro il quale si deve svolgere il controllo di efficienza energetica, a far data dal precedente
Impianti con generatore di calore a fiamma Generatori alimentati a combustibile liquido o solido 10<P[2] ≤100
P >100
Generatori alimentati a gas, metano o GPL 10<P ≤100 - 2° se installati all'interno di locali adibiti alla permanenza delle persone[3] o se in esercizio da più di 8 anni;
- 4° gli altri
P >100
Impianti con macchine frigorifere/pompe di calore Macchine frigorifere e/o pompe di calore a compressione di vapore ad azionamento elettrico e macchine frigorifere e/o pompe di calore ad assorbimento a fiamma diretta 12<P≤100
P >100
Pompe di calore a compressione di vapore azionate da motore endotermico P >12
Pompe di calore ad assorbimento alimentate con energia termica P >12
Impianti alimentati da teleriscaldamento Sottostazione di scambio termico da rete ad utenza P >10
Impianti cogenerativi Microcogenerazione Pel[4] <50
Unità cogenerative Pel≥50



NOTE:
  • Ci si riferisce alla potenza utile nominale complessiva dei generatori e delle macchine frigorifere che servono uno stesso impianto (con un unico sistema di distribuzione/controllo);
  • P = Potenza termica utile nominale
  • Per "locali adibiti alla permanenza delle persone" si intende (art. 2 dpgr 25/r/2015) lo spazio coperto, delimitato da ogni lato da pareti di qualsiasi materiale, parte di un edificio adibito alla permanenza delle persone (vedi al riguardo l'art. 3 dpr 26 agosto 1993, n. 412). Sono assimilati al "locale adibito alla permanenza delle persone" anche i locali, comprese le verande chiuse o i vani tecnici, direttamente comunicanti con lo stesso.;
  • Pel = Potenza elettrica nominale



TABELLA B - Contributo dovuto per gli impianti ubicati in tutti i comuni della Provincia di Siena in occasione della compilazione e invio del RCEE
Impianti con generatore di calore a fiamma 1. Potenza nominale utile fino a 35 kW:euro 14,00;
2. Potenza nominale utile superiore a 35 kW fino a 100 kW:euro 18,00;
3. Potenza nominale utile superiore a 100 kW fino a 350 kW:euro 60,00;
4. Potenza nominale utile superiore a 350 kW:euro 80,00;
Impianti con macchine frigorifere/pompe di calore 1. Potenza nominale utile fino a 35 kW:euro 10,00;
2. Potenza nominale utile superiore a 35 kW fino a 100 kw:euro 12,00;
3. Potenza nominale utile superiore a 100 kW: euro 20,00.
Impianti alimentati da teleriscaldamento - euro 10,00 per ogni 100 metri quadri o frazione superiore di superficie utile, come definita dall'allegato A al D. Lgs. 192/2005.
Impianti cogenerativi 1. Potenza nominale utile fino a 100 kW: euro 15,00;
2. Potenza nominale utile superiore a 100 kW fino a 350 kW: euro 20,00;
3. Potenza nominale utile superiore a 350 kw: euro 30,00



Si ricorda e si informa gli utenti:

  • che verranno effettuati gli accertamenti documentali dei Rapporti di Efficienza energetica pervenuti, come previsto dall'art. 11 comma 2 del Regolamento Regionale 25/2015;

  • che, sui Rapporti di Efficienza energetica pervenuti nei termini, verranno effettuate ispezioni a campione, senza alcun onere per gli utenti, con le modalità indicate all'art. 11 commi 6 e 7 del Regolamento Regionale 25/2015;

  • che verranno effettuate anche ispezioni con oneri a carico dell'utente, in base a quanto previsto dall'art. 11 comma 5 del Regolamento Regionale 25/2015, in particolare per gli impianti dei quali non è stato presentato il Rapporto di Efficienza Energetica nei termini previsti;

  • che saranno applicate, nei casi di non rispetto delle norme, le sanzioni amministrative così come previsto dall'art.15 del D.Lgs. 192/2005 e s.m.i e dal Regolamento Regionale DPGR 25/R del 3/3/2015;

  • che i Rapporti di Efficienza Energetica saranno soggetti alla tutela dei dati personali (decreto legislativo 30/06/2003 n. 196);

  • che eventuali variazioni rispetto a quanto qui riportato saranno rese note mediante altri avvisi pubblici e ulteriori forme di pubblicità.




Si invitano i manutentori degli impianti termici ubicati in tutti i comuni senesi a:
  • Compilare, a seconda dei casi, il format per l’ordine di bollini elettronici della Regione Toscana o quello per i bollini del Comune di Siena (disponibili nella sezione download del sito www.apea.siena.it);
  • Pagare l’importo all’Ente locale competente con le modalità appresso indicate:
    • PER LE AUTODICHIARAZIONI DI COMPETENZA DELLA REGIONE TOSCANA effettuare il versamento sul c.c.p. n. 001031579194 – IBAN: IT54 J076 0102 8000 0103 1579 194 intestato alla REGIONE TOSCANA CONTRIBUTI PER CONTROLLI IMP. TERMICI SERV. TES., con la causale “SI - Versamento diritti autodichiarazione impianti termici”;
    • PER LE AUTODICHIARAZIONI DI COMPETENZA DEL COMUNE DI SIENA effettuare il versamento sul c.c.p. n. 42946533 – IBAN: IT18A0760114200000042946533 intestato a : COMUNE DI SIENA – Ufficio Controllo Impianti Termici – 53100 SIENA con la causale “Versamento diritti autocertificazione impianti termici”.
  • Inviare alla pec di APEA (apea@lamiapec.it), dalla propria casella di posta elettronica certificata, il format per l’ordine di bollini compilato con la ricevuta del versamento. Ricevuto l’ordine, Apea verifica la correttezza del pagamento (estremi del c.c. e congruità dell’importo con il numero dei bollini richiesti, etc.), ed in caso positivo emette i bollini elettronici e li invia alla Pec della Ditta richiedente n tre diversi formati elettronici (p7m, pdf ed excel);
  • Compilare i Rapporti di Efficienza Energetici (RCEE) secondo i modelli tipo 1 (gruppi termici), tipo 2 (gruppi frigo ), tipo 3 (scambiatori), tipo 4 (cogeneratori) riportando il bollino elettronico ricevuto.
  • Trasmettere ad Apea i Rapporti di Efficienza Energetica (RCEE) secondo le modalità e le tempistiche previste dall’Art. 9 del Disciplinare della Provincia di Siena approvato con Decreto Deliberativo del Presidente n.23 del 16/02/2016, disponibile nella sezione download del ns. sito.



Ogni ulteriore variazione rispetto a quanto riportato sarà tempestivamente comunicata da parte dell’Agenzia.

Regolamento Regionale DPGR 25_2015
Disciplinare Impianti Provincia
Disciplinare 2016 GC N R27 Comune di Siena
Delibera n.11 del 19-01-2016 Allegato-A Linee Guida Impianti


Ufficio referente:

Agenzia Prov.le per l'Energia, l'Ambiente e lo Sviluppo sostenibile S.r.l.
P.zza Matteotti , 30 Piano 2 (palazzo Camera di Commercio) 53100 Siena
Tel. 0577 272367 Fax. 0577-045385
e-mail: caldaie@apea.siena.it
pec: apea@lamiapec.it
Apertura al pubblico: 09.00-12.00 da lun. a ven. e 15.00-17.00 martedì e giovedì